Joomla!

Thursday
Sep 21st

Alternative flash content

To view this Flash you need Javascript on your browser and updated version of flash player.

News dalle gare 2015

FAGGIOLI NON LASCIA NEMMENO LE BRICIOLE(21-09-2015)

A Pedavena, ultima tappa del CIVM, nonostante il titolo già conquistato, il campione fiorentino regala una prestazione magistrale sbaragliando la concorrenza e segnando un nuovo pesante record del tracciato.


Pedavena Pedavena (BL), 19/20 settembre 2015 - Simone Faggioli saluta la conclusione del Campionato Italiano Velocità Montagna con una prestazione memorabile. Il pilota della Sport Made in Italy, infatti, che avrebbe dovuto partecipare alla manifestazione come a una sorta di “parata” finale della stagione, regala un risultato importante, non necessario al fine del titolo, già conquistato nella precedente gara al Reventino. Proprio per questa ragione il peso del nuovo record stabilito da Faggioli, che ha abbassato il precedente primato di oltre 7 secondi, è ancora maggiore e la dice lunga sul valore sportivo del campione toscano. Secondo dietro di lui l’avversario della stagione, Christian Merli, su Osella FA 30. Terzo il giovane e talentoso Paride Macario, su Osella FA 30 del Team Faggioli. Il risultato di Pedavena va ad aggiungersi alle altre sette vittorie assolute (per un totale di 8 complessive su nove gare disputate) con le quali Simone Faggioli, al volante della sua Norma M20 FC gommata Pirelli, si è guadagnato sul campo un titolo mai come quest’anno meritato, per capacità e caparbietà, contro un avversario, Merli su Osella, alla guida di una nuova vettura potente e di pari motorizzazione. Faggioli dichiara al termine del week end: ” La macchina era perfetta, mi ha dato grande sicurezza già dalle prove, sia in termini di set up, sia in termini di pneumatici; per questo ho potuto spingere e realizzare il nuovo record qui a Pedavena con il tempo di 2’22”92. Con il team siamo persino riusciti a testare alcune possibili soluzioni, visto che la gara non era necessaria al fine del campionato che avevo già vinto al Reventino. Non nascondo di essere felice, perché anche se il Campionato Italiano non era l’obiettivo principale dei miei programmi di quest’anno, tutte le vittorie assolute che abbiamo conquistato gara dopo gara mi hanno portato qui oggi, dove speravo, ma non ero certo che sarei riuscito ad esserci.”


SIMONE FAGGIOLI E' CAMPIONE ITALIANO 2015(07-09-2015)

Al Reventino Faggioli conquista il podio e il campionato con una prestazione davvero incredibile


Faggioli podio 2015Lamezia Terme (CZ), 5/6 settembre 2015 - Ad una gara dal termine del CIVM Faggioli si laurea per l’undicesima volta in carriera Campione Italiano Assoluto Velocità Montagna e lo fa con una performance che lascerà sicuramente un segno nella memoria di molti. Il pilota fiorentino della Sport Made in Italy, a bordo della sua Norma M20 FC gommata Pirelli e motorizzata Zytek by Armaroli, ha infatti regalato domenica uno spettacolo incredibile ed un nuovo importante record del tracciato, abbassando di circa 4 secondi il precedente, segnato lo scorso anno. I risultati delle due manche di prova il sabato avevano rivelato alcune difficoltà per Faggioli nel trovare il set up migliore nell’affrontare una gara così particolare. Poi un grande lavoro di squadra tra Simone, il team, Norma e Pirelli, hanno dato al toscano la possibilità di avere un mezzo in perfette condizioni e che lo ha portato la domenica in gara 1 a segnare il nuovo record del percorso con il tempo straordinario di 2’32”30, davanti al secondo classificato, Christian Merli su Osella FA30 RPE, con un gap di 2”70. Una performance, quella di Faggioli, che ha fatto sobbalzare tutti, sbaragliando le più rosee aspettative di quanti hanno seguito la gara, e perfino le sue. Questa importante prestazione ha consentito a Faggioli di conquistare matematicamente il titolo di Campione Italiano Assoluto Velocità Montagna, ma nonostante ciò egli ha voluto imporsi anche in gara 2 per concludere al meglio un’annata spettacolare. Il titolo italiano conquistato questo week end va infatti ad affiancare quello europeo conquistato la scorsa settimana in Slovenia. Faggioli mette all’attivo così ben 11 titoli italiani ed 8 titoli europei. Simone all'arrivo è raggiante: “Non potevo chiedere di meglio! Un tempo che nemmeno io mi aspettavo. In prova abbiamo avuto qualche difficoltà, ma le due manche del sabato ci hanno permesso di testare e lavorare intensamente per ottenere il risultato di oggi, che considero straordinario. Norma ha lavorato a stretto contatto con noi e con il team abbiamo preparato una macchina perfetta. Le gomme Pirelli, poi, hanno fatto la differenza. Sono contento, anche per tutti i tifosi, i ragazzi del team e gli amici che alla discesa di gara 1 hanno gioito con me. Gli sforzi sono stati ripagati e questo è molto importante. Un grazie davvero sincero a Pirelli che ha riposto fiducia in me e che mi ha dato pneumatici altamente competitivi e a Norma per il lavoro che portiamo avanti con intensa collaborazione. Voglio dedicare questa vittoria all’associazione ForSte, che sostengo da anni, e a Stefano, un giovane fan e un amico che mi manca e nel cui nome è stata fondata l’associazione.”


OTTAVO TITOLO EUROPEO PER SIMONE FAGGIOLI A ILIRSKA BRISTRICA (31-08-2015)

Con la vittoria della gara slovena il pilota fiorentino è campione assoluto 2015


Faggioli Bistrica 2015 2Ilirska Bistrica 29/30 agosto 2015 - Un fine settimana perfetto quello che ha visto Simone Faggioli, portacolori Sport Made in Italy, primeggiare nella penultima tappa di Campionato Europeo della Montagna FIA. Faggioli, a bordo della sua Norma M20FC motorizzata Zytek e gommata Pirelli, si è imposto in tutte le tre manche di prova e nelle due di gara, segnando anche il nuovo record del tracciato - da quest'anno con due chicane a tre barriere - con il tempo di 2'02"10 siglato nella prima delle due salite. Secondo posto, a circa 8 secondi, il ceco Milos Benes su Osella FA 30, terzo il compagno di scuderia Fausto Bormolini su monoposto Reynard. La vittoria ad Ilirska Bistrica ha permesso a Faggioli di conquistare con una gara di anticipo, rispetto alla chiusura del campionato, l'ottavo titolo continentale in carriera, decretandolo Campione Europeo Assoluto FIA 2015. Una soddisfazione che Simone ha avuto la gioia di condividere con tutto il team ed i tifosi che lo hanno accolto all'uscita del parco chiuso con applausi e festeggiamenti. Simone sorride e racconta: "E' una grande emozione! Non è semplice portare a termine un Campionato Europeo composto da tappe anche molto lontane. Un programma così richiede impegno e sacrificio a tutte le persone coinvolte e per questo oggi il mio grazie va prima di tutto al team e alla mia famiglia che mi seguono e supportano con tantissima passione e sono sempre fondamentali. Sono particolarmente soddisfatto perché quest'anno per la prima volta Pirelli si è presentata in salita ed insieme ne siamo usciti vincenti. Grazie quindi a Pirelli per questa possibilità! A Norma uno speciale ringraziamento per il loro costante appoggio e collaborazione. Infine voglio dire grazie agli sponsor che mi seguono sempre da vicino dimostrando un grande attaccamento a me e al team".


A GUBBIO SIMONE FAGGIOLI FESTEGGIA IL 50ENARIO DELLA MANIFESTAZIONE CON VITTORIA E RECORD (24-08-2015)

Il pilota toscano segna l’undicesimo successo nell’albo d’oro eugubino


Gubbio ok Simone Faggioli, portacolori Sport Made in Italy, ha conquistato il 50esimo trofeo Luigi Fagioli, svolto a Gubbio (PG) questo fine settimana, valevole come prima delle tre gare finali di CIVM. A bordo della Norma M20 FC motorizzata Zytek Armaroli e gommata Pirelli, Faggioli ha anche segnato il nuovo record del tracciato con il tempo di 1’33”53 e migliorando il precedente, stabilito sempre da lui su Osella FA30 nel 2013, di quasi mezzo secondo. Il week end è stato molto intenso e tirata è stata la lotta con i diretti avversari, soprattutto vista la brevità e la velocità del tracciato, che in 4 km portano da Gubbio a Madonna della Cima, condizioni nelle quali i distacchi si riducono notevolmente. Ma Faggioli si è imposto in tutte le manche di prova e gara portando a casa un risultato necessario e fondamentale per la lotta al titolo di Campione Italiano. Secondo a nove decimi il trentino Christian Merli su Osella FA30, terzo il cosentino Domenico Scola su Osella PA 2000. Tantissimi gli amici e tifosi lungo il percorso ed al paddock che hanno dimostrato a Simone il loro affetto e sostegno, in una gara da tutti molto apprezzata per la bella cornice cittadina, per la spettacolarità del tracciato e per l’organizzazione sempre molto efficiente. Simone Faggioli è soddisfatto: "Abbiamo centrato la vittoria e ne sono davvero contento. Il team ha fatto un grande lavoro per trovare un set-up ottimale che però non siamo riusciti a azzeccare e che non mi ha permesso di realizzare il tempo che avevo come obiettivo personale. Sapevo che a Gubbio sarebbe stata una gara combattuta perché qui siamo sempre a decimi con la concorrenza e quindi il risultato mi rende felice. Un altro motivo di soddisfazione è la vittoria del mio compagno di squadra Omar Magliona che grazie alla sua prestazione di oggi conquista il sesto titolo di Campione Italiano Gruppo CN. Siamo insieme da tanti anni, ma ogni titolo è un’emozione nuova ed unica! Per quanto riguarda i miei programmi siamo alla stretta finale, devo tenere duro perché mi aspettano le gare conclusive dei campionati italiano ed europeo e devo mantenere alta la concentrazione. Domenica prossima saremo a Ilirska Bistrica, in Slovenia, per la penultima prova europea e poi subito dopo al Reventino per la penultima di CIVM.”


SIMONE FAGGIOLI VINCE PER LA QUINTA VOLTA A SAINT URSANNE (17-08-2015)

Il pilota fiorentino si impone in Svizzera nonostante il meteo avverso


Faggioli St Ursanne 2015Simone Faggioli, portacolori Sport Made in Italy, ha affrontato e vinto nel week end di Ferragosto la decima prova di Campionato Europeo FIA, la Saint Ursanne-Les Rangiers a bordo della sua Norma M20 FC Zytek gommata Pirelli. Il meteo spesso incerto o piovoso ha messo a dura prova Faggioli che nonostante tutto, lavorando con il team, è riuscito a centrare l'assetto giusto per affrontare la salita più veloce d'Europa. Ottimo il lavoro svolto anche dagli pneumatici Pirelli Cinturato, utilizzati per la prima volta in salita nella loro versione Rain, risultati tanto performanti da consentire al driver toscano di realizzare tempi sul bagnato molto vicini a quelli su strada asciutta e contribuendo in modo significativo alla vittoria. La competizione Svizzera si chiude quindi con Faggioli in prima posizione assoluta con il tempo complessivo di 3.44,939, realizzato su due manche bagnate. Dietro di lui in seconda posizione il lussemburghese David Hauser su Wolf, terzo lo svizzero Joel Volluz su Osella FA 30 entrambi distaccati di oltre 12 secondi. Da segnalare che a causa della pioggia la terza manche di gara è stata annullata in quanto le condizioni del percorso non ne avrebbero permesso lo svolgimento in sicurezza. Simone Faggioli al termine della gara è provato, ma felice: "Una gara davvero impegnativa che ha richiesto il massimo degli sforzi a me, al team e alle gomme. Per questo la soddisfazione della vittoria è ancora maggiore specialmente se consideriamo la difficoltà nella velocità del tracciato dove tocchiamo punte vicino ai 250 km/h. Sono colpito dalla grande affluenza di appassionati che non si sono minimamente fatti scoraggiare dalla pioggia e che mi hanno sostenuto durante tutto il week end con un calore inaspettato! Un bravo agli organizzatori, sempre molto ospitali e preparati nel gestire questa bella manifestazione!" Faggioli mantiene la testa della classifica del campionato con 175 punti totali e si prepara ora ad affrontare la prima delle tre finali del CIVM il prossimo week end a Gubbio in una classifica che lo vede attualmente al comando nonostante abbia saltato, a causa delle concomitanze con il campionato europeo, i primi tre appuntamenti.


SIMONE FAGGIOLI RIENTRA DALLO SPINO CON L'AMARO IN BOCCA (26-07-2015)

Il pilota fiorentino della Sport Made in Italy a causa di problemi elettrici non riesce nell’obiettivo di centrare le 5 vittorie nella gara aretina e porta a casa un secondo posto in Gara 2 che gli permette di rimanere in corsa per il titolo italiano


Faggioli Spino 2015Pieve Santo Stefano (AR), 26 luglio 2015 - Simone Faggioli non riesce nell’impresa di centrare la sua quinta vittoria alla 43esima Pieve Santo Stefano - Passo dello Spino a causa di problemi elettrici accusati dalla sua Norma M20 FC gommata Pirelli e motorizzata Zytek già dalla seconda manche di prove del sabato. Nonostante l’incessante lavoro di meccanici ed addetti ai lavori che si sono adoperati in ogni modo e con ogni mezzo per risolvere il guasto, il problema non è stato risolto; Faggioli è riuscito strappare con i denti e con le unghie unicamente un secondo piazzamento in gara 2 che gli permette di continuare a lottare per il titolo di Campione Italiano della Montagna a dispetto della sua assenza alle prime tre gare di campionato per concomitanza con il programma europeo di Faggioli, dove attualmente è ancora in testa alla classifica. Simone Faggioli commenta: “Sono davvero molto dispiaciuto: avrei voluto ritoccare il record di 2’31”23 che detengo qui e che ho segnato lo scorso anno al debutto con la Norma. Abbiamo provato fino all’ultimo a risolvere il problema, e sinceramente non mi sarei mai aspettato in queste condizioni di fare 2’37”. Molto oltre le mie aspettative. Ringrazio il team per l’impegno che ha messo nel cercare di risolvere il problema. Ora a casa dobbiamo subito lavorare per far si che tutto torni a funzionare al meglio”. Appuntamento con Simone Faggioli il 15 e 16 agosto prossimo, alla Saint Ursanne - Les Rangiers, decima prova stagionale del Campionato Europeo, in Svizzera.


FAGGIOLI PRIMO ANCHE AL TERMINILLO (20-07-2015)

Quinto successo consecutivo per Simone Faggioli nel CIVM.


Faggioli Rieti 2015Il pilota fiorentino della Sport Made in Italy a bordo della Norma M20 FC Zytek gommata Pirelli, si è aggiudicato la 53^ edizione della Rieti-Terminillo. Una Coppa Carotti disputata su un tracciato ridotto per motivi organizzativi a 13,450 km e che ha visto Faggioli fermare il cronometro sotto la bandiera a scacchi a 4'46"36, un tempo che nonostante la mancanza di riferimenti è stato giudicato da tutti come straordinario. Sul secondo gradino del podio, staccato di 7 secondi Christian Merli su Osella FA30 RPE 3000, terzo l'under 25 Michele Fattorini su Osella PA 2000. Ancora emozionato e con l’adrenalina in circolo Simone Faggioli: "Un bellissimo risultato! La macchina era perfetta grazie alle modifiche all'aerodinamica che abbiamo apportato dopo la prima manche di prove il sabato. Ringrazio di cuore Armaroli perché il motore ha reso il massimo persino in due gare impegnative come Trento e Rieti. Anche il lavoro di squadra ha dato ancora una volta i suoi frutti e devo un particolare grazie oggi a Norma, a Pirelli e al mio team per la stretta costante collaborazione tra tutti noi. Sono felice per avere portato in alto i colori della Sport Made In Italy, la mia scuderia, in quella che è la loro gara di casa! Mi preparo adesso per la mia gara di casa, ovvero Lo Spino, visto che con la vittoria di oggi posso tornare in corsa per il titolo tricolore".


SIMONE FAGGIOLI SETTE VOLTE RE AL BONDONE (5-07-2015)

Ennesima vittoria a Trento per il pilota della Sport Made in Italy sigillata da uno straordinario record


Foto Fito 1Simone Faggioli non conosce rivali e vince la 65ª edizione della Trento - Bondone, gara valevole sia per il Campionato Italiano Velocità Montagna che per l'Europeo FIA. Il pilota fiorentino, a bordo della Norma M20 FC gommata Pirelli, ha domato i 17 km della gara trentina in 9'10"68, nuovo record della corsa, ovvero dieci secondi in meno del primato che lui stesso aveva fissato nel 2013. Alle sue spalle con un distacco di 38”79 il cosentino Domenico Scola (Osella Pa 2000) e a 40”50 il trentino Christian Merli (Osella Fa 30 RPE). La vittoria di oggi è la settima in carriera per Faggioli al Bondone, un risultato che gli permette di avvicinarsi al primato di nove vittorie ottenute qui dal grande Mauro Nesti. Un’impresa, quella del pilota toscano, che ha emozionato tutti i presenti, tifosi, amici piloti e team, per il valore sportivo che essa porta con sé. Un Simone Faggioli visibilmente felice racconta: “Una gioia indescrivibile, un tempo che sinceramente non mi sarei aspettato. La macchina era perfetta e mi ha permesso di guidarla fino all’arrivo senza il minimo problema. Quando si riescono a concludere senza complicazioni gare di questa portata significa che tutto ha funzionato per il meglio perchè qui le vetture sono sottoposte a sollecitazioni impressionanti. Gli pneumatici Pirelli, mescola soft, hanno affrontato per la prima volta il Bondone e sono rimasti performanti fino al traguardo. La mia macchina non ha sofferto alcun problema di surriscaldamento, ne ai freni, ne al motore, e questo grazie alla efficace sinergia tra il mio team e Norma che lavorano sempre egregiamente insieme nella messa a punto dell’auto. L’Università delle Salite, come la chiamava Mauro Nesti, oggi mi ha regalato una bella emozione che non dimenticherò molto facilmente. Un applauso agli organizzatori per lo svolgimento della manifestazione e perché da qualche anno stanno lavorando con risultati molto buoni per mettere sempre più in sicurezza una delle gare più belle d’Europa.”


SIMONE FAGGIOLI VINCE E SEGNA UN NUOVO PESANTE RECORD AD ASCOLI (28-06-2015)

Il pilota fiorentino della Sport Made in Italy festeggia la sua decima “presenza” nell’albo d’oro della Coppa Teodori, sesta prova del Campionato Italiano Velocità Montagna.


Immagine 17Simone Faggioli conquista la Coppa Teodori a bordo della Norma M20 FC gommata Pirelli e lo fa stabilendo in Gara 1 il nuovo record del percorso con il tempo di 2’09”552 abbassato rispetto al precedente da lui stabilito di circa due secondi. Secondo il trentino Christian Merli su Osella FA30 Evo, terzo il giovane orvietano Michele Fattorini su Osella PA2000. Anche la classifica di Gara 2 ha visto primeggiare Faggioli, ma la temperatura dell’asfalto non ha permesso il miglioramento della precedente prestazione. Simone Faggioli commenta al termine del week end: “Un tracciato davvero insidioso quello della Coppa Teodori. Richiede la massima precisione di guida e ogni minimo errore viene subito scontato sul cronometro. Abbiamo lavorato sabato per cercare la messa a punto ottimale, che non è sempre così semplice qui ad Ascoli. Domenica in Gara 1 siamo riusciti a centrare l’obiettivo grazie a questo bel lavoro di squadra ed agli pneumatici Pirelli. In Gara 2 non ho potuto migliorare ancora perché il caldo qui peggiora esponenzialmente le condizioni del tracciato, ma ho comunque mantenuto la testa della classifica. Ringrazio tutti i tifosi che sono passati a salutarmi al paddock e sul percorso in questo bel week end e gli organizzatori che hanno svolto un egregio lavoro!” Appuntamento con Simone Faggioli il prossimo fine settimana, 4 e 5 luglio, alla Trento Bondone, settima prova stagionale del Campionato Europeo, nonché settima prova del CIVM.


SIMONE FAGGIOLI DEBUTTA NEL CIVM 2015 CON VITTORIA E RECORD (Sarnano 1-06-2015)


ihfiofhuEra dallo scorso anno che Simone Faggioli non partecipava ad una gara del Campionato Italiano Velocità Montagna e i suoi tifosi erano curiosi di vedere in azione la Norma M20 FC con la nuova aerodinamica e i nuovi pneumatici Pirelli. Il pilota fiorentino della Sport Made in Italy non ha deluso le aspettative ed ha regalato una performance ineccepibile che gli ha permesso di conquistare il trofeo della Sarnano-Sassotetto segnando in Gara 1 anche il nuovo record del tracciato con il tempo di 3’44”02 abbassando il precedente (sempre di suo appannaggio segnato lo scorso anno) di ben due secondi. Sul podio anche Christian Merli su Osella FA30 RPE e Domenico Scola su Osella PA2000 distaccati di oltre 13 secondi. Ecco le dichiarazioni di Simone Faggioli a fine gara: “Nonostante oggi il meteo ci abbia messo un po’ in difficoltà prima della partenza di Gara 2, è stato un bellissimo fine settimana. Già dalle prove di ieri ho trovato un buon feeling con la macchina e questo ha permesso al mio Team di trovare il migliore set-up per la gara di oggi. Per quanto riguarda l'uso dei nuovi pneumatici Pirelli si trattava del primo tracciato di questa lunghezza (8,8 km) ed il loro comportamento ha decisamente superato le mie aspettative. Dopo un periodo di assenza in Italia ero curioso del confronto con la concorrenza e oggi posso dire di essere contento dei risultati di quello che consideravo un test. Come sempre ringrazio i ragazzi del mio Team che hanno fatto un grande lavoro, Pirelli e Norma che mi seguono sempre da vicino e soprattutto i tifosi che, ancora una volta, hanno saputo dimostrare il loro affetto con il calore tipico della mia Italia”. Appuntamento con Simone Faggioli il prossimo fine settimana, 6 e 7 giugno, a Sternberk in Repubblica Ceca per “Ecce Homo”, la quinta prova stagionale del Campionato Europeo


IN PORTOGALLO QUARTA VITTORIA EUROPEA PER SIMONE FAGGIOLI (Braga 17-05-2015)


foto-28 Ancora una vittoria per Simone Faggioli alla Rampa da Falperra, tappa portoghese dell'Europeo Montagna. Il pilota fiorentino della Sport Made in Italy, a bordo della Norma M20 FC Zytek gommata Pirelli, si è aggiudicato tutte e tre le manches di gara, siglando nella seconda frazione, con il tempo di 1.49.364, anche il nuovo record del tracciato, abbassando di oltre un secondo il precedente primato che già gli apparteneva. Secondo il compagno di scuderia Fausto Bormolini su Reynard, terzo il francese Sébastien Petit su Lola. A fine gara il campione toscano ha dichiarato: "E' la quarta volta che vinco la Falperra e sono molto soddisfatto; è stato un fine settimana impegnativo, con tante manches tra prove e gara, ma come ogni anno la straripante cornice di spettatori e l'entusiasmo che dimostrano meritavano una prestazione degna della loro passione e spero di avergliela regalata: il nuovo record è anche per loro."


SIMONE FAGGIOLI PRIMO ALLA SUBIDA AL FITO (10-05-2015)


imageIl pilota fiorentino trionfa in terra spagnola nella terza prova del Campionato Europeo Montagna Per la terza volta consecutiva dall’inizio della stagione Simone Faggioli torna oggi sul più alto gradino del podio nella 44esima Subida al Fito, tappa iberica del Campionato Europeo Montagna FIA. Il pilota della scuderia romana Sport Made in Italy a bordo della sua Norma M20 FC gommata Pirelli ha conquistato la vittoria con il tempo complessivo di 4’59”430, davanti al connazionale e compagno di scuderia Fausto Bormolini su Reynard ed al francese Sébastien Petit su Lola classificatisi incredibilmente con il medesimo crono. Come tutti gli anni da sottolineare il grande calore del pubblico spagnolo presente numerosissimo ad affollare i tornanti dell’impegnativo tracciato. Simone Faggioli è soddisfatto della sua prestazione: “E’ andata bene! Sono contento di come abbiamo lavorato con il team e con Norma sul set up della macchina che si è rivelata ben equilibrata e molto prestante. Anche gli pneumatici Pirelli si sono comportati nel migliore dei modi. Non sono riuscito ad abbassare il record del percorso che avevo stabilito nel 2014 a causa del fondo stradale che era molto sconnesso e questo rimane l’unico neo di un ottimo week end. Rientro in Italia e mi preparo mentalmente per la prossima gara che sarà in Portogallo, a Falperra, tra soli sette giorni."


SIMONE FAGGIOLI DEBUTTO DA RECORD CON PIRELLI (13-04-2015)


10176170 535077566610519 8475684500428396091 nIn Francia vittoria e record del tracciato per il pilota e la sua Norma alla prima ufficiale con la nuova casa di pneumatici Simone Faggioli non ha deluso le aspettative di tutti i suoi sostenitori e questo week end alla prima prova di campionato europeo a Col St Pierre, in Francia, ha sbaragliato la concorrenza guadagnando la prima posizione assoluta ed abbassando con il tempo di 02’19”545 di quasi un secondo il record stabilito da lui stesso lo scorso anno al debutto con Norma. Numerosi gli aspetti sui quali lavorare alla vigilia della gara, in primis i nuovi pneumatici Pirelli e le evoluzioni aerodinamiche della sua Norma M20FC. La squadra del Faggioli Racing Team assieme a Norbert Santos e Guillem Roux di Norma ed a Terenzio Testoni di Pirelli ha permesso che tutto funzionasse per il meglio offrendo al pilota fiorentino una vettura in grado di essere guidata alla vittoria ed al record. Il fine settimana soleggiato e la grande presenza di pubblico hanno fatto da cornice a questo ottimo debutto di stagione. Unica nota negativa una piccola avaria elettrica che non ha consentito a Faggioli di migliorarsi ulteriormente nella seconda manche di gara, ne tantomeno di prendere parte alla terza. Sul podio insieme a Faggioli, porta colori Best Lap, per la classifica europea FIA, secondo il lussemburghese David Hauser su Wolf seguito dal ceco Otakar Kramski su F3000. A fine gara Simone Faggioli commenta così la sua prestazione: "Sono contento del lavoro di sviluppo che è stato svolto sulla macchina e con Pirelli. Prima delle prove molte erano le incognite da testare, ma abbiamo trovato la strada giusta ed è arrivato il risultato. I nuovi pneumatici si sono comportati secondo le mie aspettative e questo mi fa ben sperare per la stagione, che però è ancora lunga... Ringrazio tutti i tifosi e sostenitori, il mio team, Pirelli e Norma che hanno fatto un gran lavoro di squadra e la mia scuderia Sport Made in Italy". Prossima tappa a Rechberg in Austria dove il 25 e 26 aprile si svolgerà la seconda prova del campionato europeo montagna.


2016

2014

 

Ultimo Video

Ultime foto

Un team vincente

IMG 2994 Dal 2002 il team Faggioli è sinonimo di successo. Le vittorie di Simone Faggioli e della sua Osella nelle cronoscalate hanno messo in evidenza l’efficienza dell’intero staff contribuendo all’innalzamento dell’immagine del Team, sia a livello nazionale che internazionale. Continua...

Calendario Gare 2016